Dr. Pulcinella Ruggero

Operative hysteroscopy

Utero-septum Hysteroscopic Metroplasty

L’utero setto è la più frequente tra le malformazioni uterine e consiste nella presenza di un setto fibroso , più spesso a struttura mista muscolo-fibrosa, che divide parzialmente o completamente la cavità uterina in 2 parti. Può associarsi ad altre malformazioni dell’apparato genitale femminile (setto vaginale, doppia cervice uterina, setto cervicale) o di altri apparati (malformazioni urinarie, malformazioni scheletriche endometriosi )

L’utero setto si forma durante lo sviluppo dell’embrione e pertanto è una malformazione congenita:

  • l’utero setto è presente nel 13% degli aborti spontanei
  • ha un rischio del 46 % di provocare aborti spontanei fino al 5° mese, parti pretermine e distacchi di placenta a causa della ridotta capacità gestazionale

Si associa a dismenorrea, dispareunia, algie pelviche, infertilità. Non curato può portare a:

  • aborto spontaneo
  • g.e.u. (gravidanza extrauterina)
  • distacco di placenta
  • presentazione podalica o trasversa
  • p.r.o.m. (rottura prematura delle membrane) 
  • i.u.g.r.( ritardo di crescita fetale)
  • parto prematuro e/o distocico
  • taglio cesareo
  • emorragia post-partum e ritenzione placentare
  • m.e.f.(morte endouterina del feto)

Meccanismo di Azione

  • struttura del setto fibrosa o mista
  • alterato sviluppo dell’ endometrio che lo riveste
  • vascolarizzazione anormale

Diagnosi

  1. isteroscopia: evidenzia solo le 2 emicavità uterine, lo spessore e la lunghezza dell’eventuale setto ma non dice se tratta di utero setto o bicorne e non visualizza il fondo
  2. eco3d: alta capacità diagnostica. Permette lo studio morfologico del fondo uterino
  3. laparoscopia diagnostica+ metroplastica isteroscopica: permetterebbe una diagnosi differenziale certa tra utero setto e bicorne e la visualizzazione diretta del fondo uterino. Si può evitare la laparoscopia se l’eco 3D è eseguita da ecografisti molto esperti nel settore

Tecnica Operatoria:

  • Si esegue rigorosamente nei primi 10 giorni del ciclo mestruale
  • Nei setti parziali si possono usare microforbici e in alcuni casi può essere eseguita in ambulatorio
  • Negli altri casi è indispensabile anestesia generale e l’uso di miniresettori, più agevoli per lavorare in spazi ristretti come quelli di un utero setto
  • La percentuale di nati vivi e a termine passa dal 30% a oltre l’80%
en_GBEnglish