Dr. Pulcinella Ruggero

Operative hysteroscopy

Endouterine Synechiae and Hysteroscopic Synechiolysis

La sindrome di Asherman ( aderenze intrauterine)e’ una patologia causata da traumatismi ripetuti sull’ endometrio che riveste le pareti della cavità uterina e che portano alla formazione di aderenze all’interno dell’utero. Queste aderenze causano amenorrea (assenza delle mestruazioni) e perdita, temporanea o definitiva della fertilità

Cause:

1) R.C.U. (raschiamento) per emorragia postpartum o in puerperio, per aborto spontaneo, interno specie se ripetuti eseguito sia con curette metallica che per aspirazione

2) esame di cavità in peri e postmenopausa

3) I.V.G. (interruzione volontaria di gravidanza)

4) residui corioplacentari post-partum o post-abortivi

5) endometriti

Genesi:

1) traumatica (distruzione dell’endometrio e rimozione dello strato basale)

2) flogistica ( ritenzione di residui corioplacentari e contemporanei fenomeni di flogosi e necrosi degli stessi ) 

3) isteroscopie operative per miomi sottomucosi, ablazione endometriale o metroplastica specie se mal eseguite o con complicazioni

4) pregresso taglio cesareo, miomectomie laparoscopiche o laparotomiche

La sindrome di ashermann può presentarsi con vari tipi di gravità che vanno da una unica, semplice aderenza all’ interessamento di tutta la cavità uterina

Diagnosi clinica:

  1. Amenorrea, ipomenorrea, dismenorrea, dolori pelvici
  2. Sterilità successiva a un raschiamento
  3. Ematometra (raccolta di sangue mestruale all’interno dell’utero) dopo un raschiamento

 

Diagnosi strumentale:

  1. Isteroscopia diagnostica che permette una visione diretta della cavità uterina con diagnosi di presenza ed estensione delle aderenze. L’isteroscopia è l’esame che dà assoluta certezza della sindrome
  2. L’ecografia ha un ruolo importante durante l’intervento  per guidare l’operatore a seguire la giusta direzione e diminuire il rischio di perforazioni.

Tecnica operatoria

Differisce a seconda del tipo e della gravità della sindrome. Di solito si usano strumenti meccanici (micropinze per trovare la giusta strada e microforbici per tagliare le sinechie)

Nella nostra numerosa casistica solo una paziente non ha recuperato nè il ciclo nè la fertilità dopo 5 interventi. Sono però scomparsi i dolori pelvici. Tutte le altre hanno riavuto il ciclo anche dopo 2 anni e mezzo di amenorrea e portato a termine la gravidanza ove desiderata. 

en_GBEnglish